sabato 30 agosto 2014

RIPESCAGGIO: PARLA L'ESPERTO E CI SPIEGA TUTTO SU COME SI SVOLGERA'

QUALE E' DAVVERO IL METODO COL QUALE IL TARANTO POTRA' SPERARE, SE PRESENTASSE DOMANDA ENTRO MARTEDI 2/9/2014, DI ESSERE "RIPESCATO" IN LEGA PRO? CE LO SPIEGA SEMPLICEMENTE L'AVVOCATO SPECIALIZZATO IN DIRITTO SPORTIVO ALESSIA SIMEONE.

Riaperti i termini fino alle ore 19.00 del prossimo 2 settembre per la presentazioni delle domande di ripescaggio in Lega Pro,si scommette su quale squadra andrà a prendere il posto, nel girone A, del neopromosso in B, a sorpresa ,Vicenza.

 I criteri per il ripescaggio rimangono quelli individuati nel Comunicato 171/A del 25 maggio scorso. Si terrà conto quindi, nello stilare l’elenco delle papabili, DELLA CLASSIFICA FINALE REALIZZATA DALL’ASPIRANTE SOCIETÀ NELL’ULTIMO CAMPIONATO DISPUTATO, criterio al quale sarà assegnato un valore percentuale del 50%. Un correttivo al comunicato di maggio, che prevede l’ammissione in ordine alternato di società retrocesse dalla II divisione e società che abbiano disputato l’Interregionale,è intervenuto nei giorni scorsi poiché nella scelta si è deciso di dare priorità a queste ultime, seguendo le graduatorie predisposte dalla LND , secondo il regolamento approvato dal Consiglio Federale. Nel caso di parità fra società classificatisi al medesimo posto, prevarrà la società che ha vinto più gare nell’ultima stagione; a parità di gare vinte, quella che ha segnato più reti; a parità di reti segnate, quella che ne ha subite di meno. Infine, nella paradossale ipotesi di ulteriore parità, tutto sarà risolto dal sorteggio.

Nello stilare l’elenco delle aspiranti società a disputare il campionato in Lega pro, verrà attribuito un valore percentuale del 25% al secondo criterio individuato, quello della TRADIZIONE SPORTIVA DELLA CITTA’con assegnazione di 10 punti per la partecipazione ad ogni campionato di serie A dalla stagione 1929/1930; 7 punti per la partecipazione ad ogni campionato di serie B, 4 punti per la partecipazione ad ogni campionato di serie C, I divisione (C1) e II Divisione (C2) dalla stagione 1978/1979; 1 punto per ogni scudetto o Supercoppa di LND vinta, 2 per ogni Coppa Italia, 5punti per ogni Champions League; 3 punti per ogni Coppa delle Coppe vinta; 2 punti per ogni Coppa delle Fiere, Uefa o Europa League vinta. Sono esclusi dalla valutazione i campionati disputati che vanno dal 1943 al 1946.

IN QUESTA SPECIALE CLASSIFICA SECONDO I NOSTRI CALCOLI IL TARANTO AVREBBE (92.5 PUNTI DI COEFFICIENTE MENTRE L'AREZZO 74.75)

Verrà attribuito un punteggio crescente, a partire da uno, a quella società che dalla sommatoria avrà realizzato il punteggio più basso fino ad attribuire il maggior punteggio a quella società che dalla sommatoria di punteggi avrà realizzato quello più alto. In caso di parità, prevarrà la squadra che ha disputato il maggior numero di campionati in serie A, a parità di numero di campionati, prevarrà chi ha disputato il maggior numero di campionati in serie B; e via via si vedrà il maggior numero di campionati disputati in I divisione, in II divisione e, in caso di ulteriore parità, la Dea bendata sceglierà a sorteggio.

Il restante 25% verrà attribuito valutando il terzo criterio individuato nel Comunicato, quello del NUMERO MEDIO DEGLI SPETTATORI dalla stagione 2008/2009 alla stagione 2012/2013, tenendo conto delle sole gare interne della regoular season, dividendo il totale degli spettatori (paganti e abbonati), secondo i dati forniti dalla SIAE, per il numero degli incontri disputati .

Anche in tal caso sarà assegnato un punteggio crescente, a partire da 1, a quelle società con valore più basso fino ad attribuire punteggio più alto a quella società il cui numero medio di spettatori risulti più elevato. In caso di parità prevarrà quella società che abbia realizzato il numero medio di spettatori più elevati nell’ultimo campionato disputato. In caso di ulteriore parità, tutto sarà deciso dal sorteggio.

Nello stilare la classifica finale si farà ricorso ad una formuletta “magica”: punteggio finale realizzato dalla società in virtù del primo criterio x0,50 + punteggio finale realizzato in virtù del secondo criterio x 0,25 + punteggio finale realizzato in virtù del terzo criterio x 0,25 = TARANTO IN LEGA PRO.

E già questa volta dovrebbe toccare proprio a noi. La nostra diretta antagonista, l’Arezzo, che ci ha malamente buttato fuori dai play-off, non possiede uno stadio a norma secondo i criteri infrastrutturali previsti dalla terza serie unica nazionale, dai quali non si può assolutamente prescindere e che hanno già inflitto colpi di mannaia all’Akragas, Arzanese, Correggese, Poggibonsi e Porto Tolle.

 Ed infatti la normativa regola, nei dettagli, ogni aspetto dalla dimensioni e caratteristiche del terreno di gioco, porte e porta di riserva, bandierine d’angolo, panchine e quarto uomo,ai cartelloni pubblicitari, dall’accesso al terreno di gioco, spogliatoi delle squadre,degli arbitri,infermeria , accesso dei mezzi di soccorso e dotazioni sanitarie, al locale per il controllo antidoping, parcheggi delle squadre e degli ufficiali di gara, sedute individuali, tribune riservate agli spettatori, tribuna stampa, postazioni per radiocronisti e telecronisti,sala lavoro giornalisti e fotografi, sala conferenze stampa.

La disciplina più rigorosa riguarda l’impianto di illuminazione e la capienza dello stadio. L’impianto di illuminazione deve infatti produrre determinati valori di illuminamento orizzontale, deve essere dotato  di un impianto di sicurezza ad alimentazione continua, che garantisca un’autonomia di almeno 60 minuti, e di un generatore di emergenza che garantisca i valori di illuminamento per almeno 15 minuti. 
Quanto allo stadio, in I divisione la capienza minima prevista è di 4.000 posti, in II divisione di 2.500; inoltre deve essere dotato di sistemi strutturali per la separazione delle tifoserie, di adeguati sistemi di videosorveglianza. In caso di livelli di illuminazione e capienza inferiori per le neopromosse,è stato prevista la possibilità di adeguamento da realizzarsi entro e non oltre il 31.03. 2013. L’Arezzo quindi dovrebbe essere fuori dai giochi.

Incrociamo le dita dunque e aspettiamo gli eventi. La fontana di Piazza Ebalia attende da troppo tempo.

A CURA DI ALESSIA SIMEONE

POESIA "Insolito rock 'n' roll" di Christian Smiraglia

Oggi vi proponiamo un'altra bellissima poesia del giovane autore tarantino Christian Smiraglia. Questa poesia è arrivata in semifinale nella sezione "Cet scuola autori di Mogol" del festival poetico "Il Federiciano" organizzato dalla Aletti editore.


Ci sono sassi che ti porti dentro,
in quelle scarpe senza tempo,
con i nomi che non tornano
nei ricordi sbiaditi dal vento.
Questi odori ti portano altrove,
nelle notti senza senso,
tra le voci che ho perduto,
adesso,sono stelle nel firmamento.

Noi resistiamo
sommersi dalle nostre idee,
anneghiamo
nelle nostre ambizioni,
in queste sere futili.
Adesso però,
gettiamo via i panni inutili,
e abbandoniamoci
ad un insolito rock'n'roll


In questi prati cerco un senso,
per frasi che rimangono dentro
nei nostri cuori, senza tempo.
Se solo il mondo fosse diverso,
forse non sarei me stesso,
forse non sarei qui adesso
a gridare al firmamento.

Noi resistiamo
sommersi dalle nostre idee,
anneghiamo
nelle nostre ambizioni,
in queste sere futili.
Adesso però,
gettiamo via i panni inutili,
e abbandoniamoci
ad un insolito rock'n'roll




venerdì 29 agosto 2014

Per la prima volta in Campania "Prima che il tempo ne cancelli le orme"

Mercoledì 3 settembre 2014
alle ore 20:00
AF Creative Studio “IL GIARDINO DELLE IDEE”
via  Casa Mannini snc
Maiori, Costiera Amalfitana


Adele Filomena e Salvatore De Filippis, fotografi professionisti e event planners, creatori e curatori del "Giardino delle Idee", nuova sede di eventi culturali in Maiori portano per la prima volta in Campania "Prima che il tempo ne cancelli le orme" (Print Me Edizioni) l'acclamatissimo pamphlet di denuncia della scrittrice tarantina Lucrezia Maggi. Moralmente sostenuta dal Tribunale dei Diritti del Malato - al cui progetto "I due volti della sanità" l'autrice devolve i proventi dei propri diritti di pubblicazione – Lucrezia, dallo scorso dicembre, mese in cui il suo libro arriva in libreria, è impegnata in un progetto di divulgazione del caso di mala sanità di cui è stata vittima sua madre, perché, come lei stessa sostiene,  “la sua storia potrebbe essere la storia di ognuno, nessuno  ne è immune”. Ogni anno infatti, tante sono le vittime di una cattiva gestione sanitaria, qualcosa va fatto, “Prima che il tempo ne cancelli le orme”. Lucrezia con il suo coraggioso scritto, ci sta provando. Nel corso della serata, a dare voce al diario di quei “venti giorni” che hanno costretto l'autrice a riconsiderare il proprio rapporto con la sanità e con le priorità stesse del vivere, il regista e attore teatrale Gian Maria Talamo (responsabile della Compagnia Teatrale “I Murattori”) Introdurrà al reading creativo e agli interventi,  il giornalista Alfonso Bottone.

Web: http://primacheiltemponecancellileorme.tumblr.com/



Ufficio Stampa “Le Muse Project” 

Stasera in scena la seconda edizione di "Musica e Mercato"

Venerdì 29 agosto sera, tantissimi tarentini potranno seguire l'evento Musica e Mercato di Taranto. Patrocinato dal Comune di Taranto, ideato e coordinato da Giovanni Aprea e il suo vice Alfonso Greco, reduce dal grande successo ottenuto l'anno scorso, ha come scopo il lancio di giovani talenti tarentini oltre che la valorizzazione di luoghi della città pressoché abbandonati. Saranno presentati, nell’occasione, i giovani talenti della città, come il cantante William, Gaetano De Michele, Fabio De Benedetto, Mimmo Stornino, Tony Caracciolo, Miriam Durante e il duo rapper The Danger Crew (tra gli altri). Sicura la presenza della piccola Micaela Sgobio, oramai lanciata nel panorama della Musica Leggera Italiana e nel ballo.  Il Service è gentilmente offerto da Aldo Galeano. Ci sarà, in zona, un mercatino dell'Associazione Ricreando diretta da Luca Zito. L’evento sarà presentato da Francesco Leggieri.  Si ringraziano, in particolare, l'Assessore Gionatan Scasciamacchia, l'altro vice Presidente Natalino Novellino, il Presidente del Club denominato Luigi Berlusconi sito in Via Gorizia, Emanuele Millarte, il giovane Daniele Lupo per aver dato una mano nell'organizzazione, anche a livello multimediale. 
                               (Direzione Musica e Mercato)

martedì 26 agosto 2014

E' IL PING PONG LO SPORT DELL' ESTATE TARANTINA!

Promossa a pieni voti l'iniziativa dell'A.S.D. C.T.T. Taranto per la divulgazione del tennistavolo sul territorio

Ha coinvolto quattro stabilimenti balneari, oltre una decina di atleti, un'efficiente squadra di collaboratori e diversi partners commerciali, che 'in toto' hanno sposato la causa di ASD CTT'S GOT TALENT, evento unico nel suo genere nei confini del Belpaese, alla terza edizione effettiva, ma prima della gestione Occhinegro, sulla quale spirano venti epocali di cambiamento.

Forte del grande successo riscosso nella prima tappa tenutasi a Lido Gandoli, la dirigenza ionica ha triplicato forze e risultati nelle tre successive: Mon Reve, Yachting Club e Albatros Club; in quest'ultima circostanza, il vessillo del club di via Viola è sventolato per la prima volta sulla costa occidentale, destando curiosità e interesse da parte di astanti e addetti ai lavori. Sulla manifestazione, lente puntata da parte del Comitato Regionale Puglia, che nella persona di Rossella Scardigno, Responsabile del Settore Giovanile, presente nel corso del primo appuntamento, ha potuto saggiare le capacità dell'organizzazione messa in atto.  
Per tutto il mese di agosto, un cospicuo numero di pongisti provetti ha avuto modo di cimentarsi con racchetta e palline, promettendosi altresì di intraprendere la disciplina del tennistavolo sin da settembre, mese che sancisce l'inizio della nuova stagione sportiva. In tal senso, si preannuncia già il 'boom' di iscrizioni.
Abormi gli sforzi profusi, finalizzati alla diffusione di una disciplina che già da tempo, a queste latitudini, s'è di dosso scrollata l' irritante etichetta di attività da oratorio, in virtù dei preziosi obiettivi raggiunti di recente a livello agonistico (tra i quali, l'approdo alla B nazionale) e dei forti investimenti sopraggiunti negli ultimi mesi con la ricostituzione societaria e il forte interessamento dell'imprenditoria locale e non.
A tal proposito, prezioso l'apporto degli sponsor, 'condicio sine qua non' per la perfetta realizzazione dell'iniziativa in questione: oltre alla Olio Pantaleo, sensibili a sostenere fruttuosamente la medesima anche Expert del Gruppo Cavallo e Thecityitalia, avvicinatisi al tennistavolo per la bontà e serietà dei progetti, destinate a dilatarsi nei periodi a venire. Non esenti da plausi, infine, le direzioni dei succitati stabilimenti, che hanno offerto la propria disponibilità e professionalità al servizio dello sport.

Aldo Simonetti
Addetto Stampa A.S.D. C.T.T. Taranto


L'ATTORE LUIGI PIGNATELLI IN NETTA RIPRESA

Apprendiamo con gioia che Luigi Pignatelli, pochi minuti fa ha riaperto gli occhi. Le funzioni vitali sono buone.

I genitori di Luigi, che lo hanno raggiunto nel tardo pomeriggio, desiderano ringraziare gli amici che sono stati loro vicini in queste ore difficili. Hanno manifestato comunque il proprio desiderio di scindere la vita privata da quella pubblica, pertanto ci hanno chiesto di comunicarvi che sta bene e che presto torneranno tutti assieme a Taranto.

lunedì 25 agosto 2014

COLPO DE COMITO PER IL "CITTA' DI TARANTO"

La società del Città di Taranto comunica di aver effettuato un nuovo colpo di mercato: si tratta del pivot, tarantina doc, classe '88, Daniela De Comito che indosserà la casacca numero 9. Con il suo arrivo è stato risolto quel vuoto in attacco e tramite il ds Francesco Solito il club rossoblù fa sapere che il mercato può ritenersi chiuso. Il 15 settembre, in concomitanza con l'inizio della preparazione, De Comito conoscerà le sue nuove compagne ed effettuerà la prima sgambata stagionale.

Ecco le prime parole del neo acquisto: "Sono troppo felice di indossare la maglia del Taranto - spiega - poichè mi ritengo una tarantina verace. Essendo stata lontana per quattro anni dalla mia città, non potevo non dire di no ad un'opportunità del genere: voglio sfruttarla al meglio". Sul tecnico Liotino: "Liotino lo conoscevo già e mi ha sempre lasciato impressioni positive. Sono certa, comunque, che mi troverò benissimo con tutto il gruppo e il resto della società. Ho, anche, il piacere di conoscere già alcune calciatrici. Con le nuove sono certa, che nascerà subito un ottimo rapporto". Obiettivi: "Sicuramente, la priorità sarà dare il massimo e contribuire per tenere in alto il nome di Taranto anche nel calcio a 5. Spero sia una stagione positiva, anche se sono sicura che faremo bene. Sono pronta a migliorarmi". Si gioca in una struttura importante come quella del Palamazzola: questo il pensiero del pivot: "Conosco molto bene la struttura, visto che ho avuto il piacere di seguire le vicende dell'ormai scomparso Cras Taranto. E' bellissima e sarà emozionante giocarci. Inoltre con la presenza di tifosi si creerà un'atmosfera ancora più bella". Si chiude con un messaggio ai tifosi: "Spero veniate a sostenerci in tanti perchè senza tifo lo sport non può esistere".

Il tecnico Liotino, soddisfatto per questo nuovo colpo, presenta la calciatrice: "De Comito è un pivot avanzato, molto brava a tener palla anche se non molto veloce. Inoltre, è bravissima a fornire assist. Dotata tecnicamente, già nel 2011 la contattai personalmente, ma purtroppo non se ne fece nulla per via dei suoi impegni fuori Taranto. In questi anni la ragazza è stata contesa da altri club, anche di serie A nel girone centrale, per via della sua posizione geografica universitaria. Sono molto felice poichè a breve terminerà gli studi e per il fatto che ha mantenuto la parola nei confronti della nostra società. De Comito può offrire sia in campo che fuori quella qualità che è difficile trovare in questa disciplina ma soprattutto tanta serietà e passione. Si aggregherà ad un gruppo già fantastico: un vero peccato non aver averlo avuto già tre anni fa, forse adesso si parlava di un'altra categoria.

Cus Jonico, siglato accordo Virtus-De Florio

Accordo Virtus-De Florio: un pezzo del vecchio Cras con il Cus Jonico
Il “Progetto Giovani” delle due consociate Cus&Virtus mette la terza stella, le giovanili del glorioso e compianto Cras. Festinante: “Grande passo per migliorare la crescita del settore”

Virtus Pallacanestro e Asd Francesco De Florio insieme per la crescita del basket “under” a Taranto. Un accordo che non appare azzardato definire storico quello tra le due massime espressioni della pallacanestro giovanile cittadina quello siglato nei giorni scorsi dai due vertici societari che allarga ancora di più l’offerta, la capillarità e la validità del settore giovanile cestistico tarantino che proprio in queste ore riaccende i motori con il Cus Jonico Basket Taranto che comincia la preparazione, con un roster tutto rinnovato, in vista della nuova stagione di Serie B. Un legame che non può non riportare alla mente i fasti del Cras Basket, di cui la De Florio è stata una costola essenziale, un po’ come il rapporto tra le due consociate Virtus e Cus, insomma il tutto convoglia in una grande famiglia allargata della pallacanestro dei due mari per il proseguo di un progetto stilato e mirato e alla base del quale vi è la valorizzazione dei giovani talenti tarentini. Quelli virtussini dell’under 19 Cus, ad esempio, che avranno la possibilità, di allenarsi in pianta stabile con la prima squadra di coach Leale e di andare a completare i dieci a referto in B. 
Iniziative che da oggi coinvolgeranno anche la ASD De Florio Taranto che, in seguito a vari incontri effettuati durante l'estate, ha condiviso le linee guide del “Progetto Giovani VirtCus”.

"L'ingresso della De Florio nel nostro progetto ci gratifica in relazione alla fondatezza dei programmi e delle idee che abbiamo sempre messo in campo basate sul dialogo e la collaborazione con tutte le realtà che operano nel nostro settore e nella valorizzazione dei ragazzi” ha dichiarato il dirigente responsabile della Virtus, Enzo Festinante che poi ha aggiunto: “Adesso non resta che rimboccarsi le maniche e continuare a programmare e lavorare per il futuro nella convinzione che qualsiasi accordo, traguardo, risultato utile o vittoria per noi non costituisca un punto di arrivo ma un punto di partenza del progetto. L'accordo fra le società consorziate è quello di  ampliare l'offerta per le famiglie e dare la possibilità a tutti i ragazzi di praticare questo sport nella migliore condizione possibile riuscendo  nel contempo a creare eccellenze e diffondendo passione per il basket e per la nostra città".
Intanto anche la Virtus, al pari del Cus Jonico, riprende oggi, lunedì 25 agosto, gli allenamenti delle rappresentative giovanili nella sua “casa” dell’Archimede.

Luca Fusco ADDETTO STAMPA CUS JONICO BASKET TARANTO; 



L'attore Luigi Pignatelli in coma farmacologico.

In seguito ad un secondo arresto cardiaco, avvenuto alle 3 di questa notte, Luigi Pignatelli è entrato in coma farmacologico.

Nella serata di ieri, il nostro presidente Luigi Pignatelli è stato colto da un attacco cardiaco, sulla Strada Statale 407 Basentana, mentre si trovava su un auto condivisa con il meccanismo "bla bla car", diretto nella capitale.

Durante il tragitto in ambulanza ha, poi, avuto un arresto cardiaco.

Uno dei viaggiatori che stava condividendo l'auto con Pignatelli, preso il cellulare di quest'ultimo, ha composto il primo numero trovato tra le chiamate precedentemente effettuate. Ma non ha ricevuto risposta. Ha poi composto il secondo, recapito telefonico della madre del nostro presidente, e ha comunicato la triste notizia. Il gentile signore di origini leccesi e la famiglia di Luigi sono in continuo contatto. Da quanto riferito, pare che sia stato rianimato dopo diversi minuti. In seguito ad un secondo arresto cardiaco, avvenuto alle 3 di questa notte, Luigi Pignatelli è entrato in coma farmacologico.

Il direttivo, i soci e i simpatizzanti dell'Associazione Culturale Hermes Academy Onlus - Arcigay Taranto si stringono attorno alla famiglia Pignatelli.

DA PARTE MIA, MIMMO FRUSI, E DI CHI COLLABORA PER CON QUESTO BLOG VANNO I PIU' SENTITI E SINCERI AUGURI DI UNA IMMEDIATA E CELERE GUARIGIONE ALL'ATTIVISSIMO LUIGI, VULCANO DI IDEE E ATTIVITA' POSITIVE PER  LA  NOSTRA CITTA'...FORZA LUI'!

TARANTO FC: BUONA LA PRIMA!

prima formazione casalinga stagionale. foto Castellaneta
Buon test ieri sera allo Iacovone per la prima amichevole del Taranto contro il Cosenza, squadra che si appresta a disputare il campionato di Lega Pro. Oltre  tremila spettatori si sono presentati per far sentire tutto il proprio calore ai giocatori ma sopratutto alla nuova dirigenza targata Campitiello. 
Contro un avversario di categoria superiore si sapeva dovesse essere una partita tosta, ma il Taranto a dire il vero non è dispiaciuto e anzi, meritava anche la vittoria. Analizzando la formazione i superstiti della passata stagione sono Prosperi, Ciarcià e Mignogna che sono partiti subito titolari. Nel 4-2-3-1 di Mister Favo c'erano: Maraglino in porta, Colantoni, Prosperi, Marino e Panbianchi da destra a sinistra in difesa. Ciarcià e Conti coppia centrale di centrocampo con Mignogna, Gabrielloni ed il giovane Carbone a supportare l'unica punta Genchi. Si è subito notata la buona disposizione in campo data da Mister Favo, le azioni da dietro son partite quasi sempre palla al piede con buoni movimenti in fase offensiva con un Mignogna già in forma campionato ed un Genchi (ottima la sua prova) che è andato vicino al gol in più di una circostanza colpendo anche un palo. Da segnalare la buona tenuta difensiva con il capitan Prosperi e Marino che formano una bella coppia centrale, e Conti a centrocampo, ordinato e mai sprecone nel distribuire palloni utili. Manca qualcosa sulle fasce dove si dovrà intervenire in questi giorni di mercato con un terzino di spinta, ed un attaccante da affiancare a Genchi. Insomma le impressioni sono state positive, ora toccherà al direttore Montervino intervenire. Aspettiamo sempre notizie su quale campionato andremo ad affrontare, il Consiglio Federale si esprimerà a breve e sapremo se si riapriranno i termini per il ripescaggio in Lega Pro. Chissà se questa volta la dea bendata non sia dalla nostra parte, con la fortuna siamo in debito....!!!

Emanuele Di Palma

Ice Bucket Challenge: FATE LA DOCCIA GHIACCIATA DOPO AVER DONATO!

Molto particolare l'iniziativa lanciata da alcuni vip americani che è rimbalzata in Italia un un batter d'occhio grazie alle condivisioni sui vari social netwok. Tale iniziativa è atta a sensibilizzare tutti sulla devastazione della malattia della S.L.A. (sclerosi laterale amiotrofica) e sull'importanza della ricerca che è l'unica arma per combatterla. La ricerca si sa ha bisogno di denari e l'obiettivo finale della famosa "doccia ghiacciata" è quello di raccogliere fondi per sostenerla. Da Cristiano Ronaldo a Messi da Fiorello a Renzi passando per Lady Gaga e la gente comune tutti ormai vogliono partecipare al 'Ice Bucket Challenge'.

Si tratta di farsi una doccia con acqua ghiacciata (meglio se corredata di cubetti di ghiaccio) e 'nominare' il prossimo amico che vogliamo fare partecipare alla bella iniziativa. Bella sì ma ad  ora non sono molte le donazioni ricevute quindi ci uniamo all'invito di "docciarsi" e "nominarsi" anche tra amici ma solo dopo aver donato alla ricerca anche solo pochi euro...se mettessimo tutti 5, ma anche solo 1 o 2 euro pesate che cifre potremmo raccogliere!!! Donare è facile bastano pochi secondi con postepay o carte di credito ecco il link dei modi utili alla donazione  http://www.aisla.it/news.php?id=3197&tipo=57 .
Che dire quindi...buona doccia e buona donazione a tutti e...occhio il prossimo nominato potresti essere tu!
Mimmo Frusi

domenica 24 agosto 2014

L'ATTORE LUIGI PIGNATELLI COLTO DA UN ATTACCO CARDIACO !

Il nostro presidente Luigi Pignatelli è stato colto da un attacco cardiaco, sulla Strada Statale 407 Basentana, mentre si trovava su un auto condivisa con il meccanismo "bla bla car", diretto nella capitale.

Durante il tragitto in ambulanza ha, poi, avuto un arresto cardiaco.

Uno dei viaggiatori che stava condividendo l'auto con Pignatelli, preso il cellulare di quest'ultimo, ha composto il primo numero trovato tra le chiamate precedentemente effettuate. Ma non ha ricevuto risposta. Ha poi composto il secondo, recapito telefonico della madre del nostro presidente, e ha comunicato la triste notizia. Il gentile signore di origini leccesi e la famiglia di Luigi sono in continuo contatto. Da quanto riferito, pare che sia stato rianimato dopo diversi minuti.

Non sappiamo altro. Attendiamo notizie.

Il direttivo, i soci e i simpatizzanti dell'Associazione Culturale Hermes Academy Onlus - Arcigay Taranto si stringono attorno alla famiglia Pignatelli.

di: comunicato stampa 


venerdì 22 agosto 2014

MARSILI TORNA IN ROSSOBLU'...LA SUA CARRIERA...

Il Taranto F.C. comunica di aver raggiunto l’accordo contrattuale con il centrocampista Massimiliano Marsili, classe 1987. Il giocatore ha già raggiunto il ritiro di Serino ed è a disposizione del tecnico Favo.







a Matera 14 presenze e 1 gol (tuttocalciatori.net)

SALVIAMO TARANTO DAL PETROLIO...FIRMA LA PETIZIONE

Ai Ministeri italiani dell' Ambiente e dello Sviluppo Economico.
Salviamo Taranto dal petrolio!

Secondo il Progetto Tempa Rossa 2,7 milioni di tonnellate di petrolio transiteranno nel Mar Grande di Taranto ogni anno, con un aumento del traffico di 140 petroliere che metteranno in serio pericolo di inquinamento le nostre risorse marine. Taranto inoltre sarà trasformata in un deposito di greggio con un aumento del 12% delle emissioni tossiche in una città già martoriata dal siderurgico Ilva. A Taranto la popolazione più colpita dai tumori è quella infantile, come confermano recenti studi epidemiologici. Il progetto Tempa Rossa accrescerà inoltre il rischio di incidente rilevante oltre ad impedire uno sviluppo economico sostenibile per una città già ridotta in miseria.
Il progetto Eni Tempa Rossa con alle spalle le multinazionali Total, Shell e Mitsui ha ricevuto pieno appoggio dai Ministeri dell’ Ambiente e dello Sviluppo Economico e che hanno approvato le procedure di autorizzazione. Per contrastare Tempa Rossa abbiamo presentato una petizione al Parlamento Europeo (petizione n.1107/2011).
Per queste ragioni chiediamo la revoca delle autorizzazioni e il blocco immediato del progetto. Taranto non deve morire!

ECCO IL LINK PER FIRMARE:


giovedì 21 agosto 2014

POESIA: "LA NATURA DI UN ATTIMO" DI CHRISTIAN SMIRAGLIA

Ci sono giorni in cui non sai
il valore di un attimo,
lo cerchi e non lo trovi,
e il senso forse non c'è
in questa strana salita
alla ricerca di me.
Gli sguardi che addosso ho,
sono lame e segnano il tempo.

Ma amore mio,
la natura di un battito,
è il brivido in un attimo,
è la folle emozione
di un caldo bacio al sole,
è la dolce illusione
di esser soli nel mondo,
scavalcando i confini,
è espressione d'amore.

In questi folli salti,
trovo i tuoi occhi,
ai confini del mondo
stesi in un sogno.
Il senso forse non c'è,
ma in questi nuovi orizzonti
non ho più sguardi addosso,
non ho timori, perché ho te.

Amore mio,
è la natura in un attimo,
il dolce profumo di un ti amo,
la nuova sensazione,
di esser soli nel l'immenso.
Il caldo sapore di un bacio
è espressione d'amore,
li sulla pelle umida,
dove non ho paure,
dove spende il sole.

DI CHRISTIAN SMIRGALIA


mercoledì 20 agosto 2014

AMICHEVOLE IN NOTTURNA TARANTO-COSENZA DOMENICA 24

Il Taranto Football Club 1927 riabbraccia la città e tutti gli sportivi tarantini. Domenica 24 agosto alle ore 20:30 la squadra rossoblu, a conclusione del ritiro estivo, farà il suo esordio dinanzi ai propri tifosi sotto i riflettori dello stadio Erasmo  Iacovone in occasione della gara amichevole contro il Cosenza, societa che si appresta a disputare il campionato di Lega Pro. La partita sarà preceduta dalla presentazione ufficiale 'all'americana' della squadra, dello staff tecnico e dirigenziale. I biglietti per assistere alla partita possono essere acquistati al costo di 5 euro per la curva e la gradinata e di 10 euro per la tribuna laterale presso i punti vendita Bookingshow di Taranto e provincia consultabili sul sito Internet www.bookingshow.it. La società coglie l'occasione per informare la tifoseria che a partire da questa stagione non sarà più possibile acquistare i tagliandi presso la segreteria dello stadio.

domenica 17 agosto 2014

BATTITI LIVE E IL PALCO CHE NASCONDE L'ILVA...

Fine settimana insolito, c'è un bel po' di movimento in città. “Eppur si muove” direbbe qualcuno. Poco, a dire il vero ma, qualcosa si tenta di fare. Meglio che niente, insomma. Questa sera, domenica 17 agosto, a Taranto va in scena addirittura la quinta tappa  dell'edizione 2014 di Radionorba Battiti Live. Tutti pronti dunque per godere di tre ore di spettacolo “gratuito” a partire dalle 21, sul lungomare Vittorio Emanuele II, all’altezza della Rotonda. Anzi, proprio “di fianco” alla Rotonda, a dire il vero. Stamane, ore 13.30, ci passo,  mi fermo a curiosare. C'è già gente, altra ne arriva. Si stanno montando le transenne che serviranno a “contenere” il numerosissimo pubblico che già inizia ad affluire, copioso.   Strano. La posizione del palco non è delle migliori. Eppure la Rotonda si presta ad accoglierne anche di più spaziosi, proprio nel centro, di spalle al mare. Faccio alcune foto, cerco nelle immagini quelle risposte che cerco. Poi, mi avvicino, mi mescolo alle ragazzine in attesa dei loro “idoli”, scambio due chiacchiere con alcune di loro, poi chiedo ad un addetto ai lavori che, a mezza voce mi dice che, in quella posizione, il palco nasconde meglio l'Ilva... 
Grande attesa dunque per Gigi D’Alessio, Luca Carboni, Francesco Sarcina, frontman de “Le Vibrazioni”, Syria e Noemi. Poi ci sarà Gabry Ponte,  tra i DJ italiani più famosi nel mondo. Infine, alcuni giovani talenti:  alcuni dei quali “made in Puglia” Renzo Rubino e i  Boomdabash e poi i Mondo Marcio e, per non farci mancare proprio nulla, nientepocodimeno che, Raffaella Fico, al suo debutto da cantante. Di sicuro un gran bello spettacolo, una bella vetrina per la nostra città, una bella occasione. Dunque, se non si vede “Il Mostro” alle spalle del palco, tanto meglio no?  L'Europa ci guarda, credo sia opportuno indossare “il nostro abito migliore”.


SCRITTO DA LUCREZIA MAGGI

TARANTO PARTITELLA IN FAMIGLIA IN LUCE CAPITAN MIGNOGNA

Secondo giorno di ritiro per il Taranto e primo test per i rossoblu in quel di Serino. Dopo la seduta atletica del mattino, mister Favo ha fatto disputare ai ragazzi a sua disposizione una partitella in famiglia nel pomeriggio. Sulla lunghezza di 70 minuti, con un tempo da 45' e uno da 25', l'allenatore ha voluto mischiare le carte lasciando, però, invariati i moduli. La squadra in pettorina gialla, infatti, è scesa in campo secondo il 4-3-3, mentre gli avversari in maglia bianca si sono schierati con il 4-2-3-1. Diverse le soluzioni provate dal tecnico rossoblu che ha potuto anche osservare le qualità di alcuni elementi in prova. Unico assente della partitella l'attaccante Giuseppe Genchi regolarmente presente all'allenamento del mattino, ma fermato da un fastidioso attacco influenzale che gli ha impedito di scendere in campo nella sgambata pomeridiana. L'autore della prima rete ufficiale della stagione in quel di Venezia domenica scorsa in TIM Cup è stato prontamente affidato alle cure del medico sociale Giuseppe Volpe. A condire la partitella pomeridiana ci hanno pensato le reti di Mignogna, autore di una doppietta di cui un gol su rigore, Bongermino e Marciano per la squadra gialla, mentre Gabrielloni ha timbrato il cartellino per la formazione in bianco andata a segno anche con uno dei calciatori in prova. Questo il commento di Massimiliano Favo al termine della partitella: "Abbiamo lavorato tanto al mattino sotto l'aspetto aerobico e ci aspettavamo molta fatica. Ma volevamo mettere minuti nelle gambe puntando a raggiungere quanto prima i 90. Oggi ci siamo fermati a 70, ma la sgambata è servita soprattutto ai quei ragazzi che sino ad ora non avevano provato in partita".

CAMPITIELLO RIBADISCE "PER IL RIPESCAGGIO PREDISPOSTO TUTTO QUANTO PREVISTO"

"Dopo aver preso visione della missiva da parte dell'amministrazione comunale di Taranto indirizzata ai vertici del calcio italiano nell'ottica di una sempre più probabile riapertura dei termini per un ripescaggio in Lega Pro, non posso che ritenermi soddisfatto rivolgendo il mio incondizionato apprezzamento nei confronti di una iniziativa volta innanzitutto alla salvaguardia di un patrimonio importantissimo per la comunità tarantina quale il calcio. La suddetta citata lettera non può che rafforzare il fronte comune di un impegno già apertamente confermato da parte di questa società profuso nel voler perseguire la strada del ritorno nel calcio professionistico sicuri di aver predisposto, come già annunciato nei giorni scorsi, tutto quanto previsto. La vicinanza della parte politica della città di Taranto alimenta ancor di più la speranza del Taranto Football Club 1927 di poter presentare domanda di ripescaggio in Lega Pro in attesa delle decisioni ufficiali che verranno prese in sede di Consiglio Federale domani, lunedì 18 agosto. Forza Taranto".
IL PRESIDENTE DEL TARANTO FC 1927 DOMENICO CAMPITIELLO

IL COMUNE DI TARANTO SCRIVE A MACALLI E TAVECCHIO

Oggetto: Richiesta riapertura termini per permettere di presentare domanda di ripescaggio in Lega Pro del Taranto F.C. 1927.

Gentilissimo Presidente,
la nuova riorganizzazione calcistica italiana e le riammissioni che hanno fatto seguito ai ricorsi presentati da alcune società calcistiche, hanno di fatto riaperto la concreta possibilità di ripescare una squadra di calcio per completare il girone di Lega Pro. Si sono rinnovate così le speranze dell'intera città di Taranto, fatta di tanti sportivi e con una tifoseria che negli anni non ha fatto mai mancare la propria vicinanza alla squadra rossoblù anche nel girone di serie D, arrivando ad oltre 8 mila paganti allo stadio Iacovone.
Il nuovo Presidente del Taranto F.C. 1927, dr. Domenico Campitiello, pur avendo sin da subito palesato la volontà di presentare domanda di ripescaggio in Lega Pro, di fatto non ha potuto dare seguito alle sue intenzioni entro i tempi dovuti (28 luglio 2014), a causa delle lungaggini dettate dai tempi tecnici serviti per l'acquisizione della società. Basti pensare che di fatto la nomina a Presidente della società è avvenuta soltanto nel mese di agosto.
Tuttavia, lo stesso dr. Campitiello, alla luce delle possibilità che si stanno presentando, si dice essere pronto ad effettuare domanda di ripescaggio ed a tal proposito mi preme sottolineare che il predetto sta esaltando la solidità finanziaria della società sportiva avendo, come primo atto della sua gestione, liquidato i debiti pregressi contratti con l'Amministrazione Comunale per l'utilizzo dello stadio Erasmo Iacovone.
Per quanto esposto, l'Amministrazione Comunale, considerando la storia sportiva della città, il bacino di utenza della squadra, la certezza finanziaria data dalla nuova compagine societaria, il fatto che Taranto sia per importanza le terza città del Sud Italia, interpretando i sentimenti di tutta la città, si schiera al fianco della società sportiva del Taranto F.C. 1927, chiedendoLe a gran voce ed a ragion veduta, la riapertura dei termini per permettere di presentare richiesta di ripescaggio in Lega Pro alla squadra della città.
Siamo convinti che per la città di Taranto, un salto di categoria, più che meritato, significhi valorizzare una intera città, una tifoseria appassionata e civile, composta da bambini e famiglie.
Non a caso l’Amministrazione Comunale ha investito significative risorse economiche per la messa a norma dell'impianto sportivo Erasmo Iacovone che ospita le gare casalinghe dei rossoblù, con una capienza di circa 12.000 spettatori. Impegno che è stato confermato anche nelle scelte attuali del governo cittadino che vedranno la riqualificazione del campo B dello stesso impianto sportivo, col chiaro intento di valorizzare la cultura dello sport, non solo agonistico e professionistico, ma anche di quello giovanile.

L’Ente Comunale, auspicando il passaggio in Lega Pro del Taranto F.C. 1927, ritiene che il salto di categoria sia finalmente il giusto riconoscimento ad un pubblico e ad una intera comunità che merita stagioni nuove e nuove vittorie. In questo senso lo sport e, quindi, il calcio può essere un importante tassello di rilancio e di riscatto della nostra città.

Taranto, lì 16.8.2014

 Assessore allo sport
Francesco Cosa.                                                                   Il Sindaco
                                                                                       Dr. Ippazio Stefàno


La nota è stata inviata al Presidente Lega Pro Mario Macalli e per conoscenza al Presidente FIGC Tavecchio.

sabato 16 agosto 2014

Lu soli intra lu cori

Nell'ambito della rassegna teatro e spettacolo "Emozioni in Ribalta – Estate 2014", promosso dalle associazioni culturali Affinità Elettive ed Hermes Academy Onlus, con il patrocinio morale del Comune di Pulsano, Assessorato Cultura e Spettacolo, domenica 17 agosto, presso il chiostro del Convento dei Padri Riformati a Pulsano (TA), la Compagnia Teatrale Affinità Elettive, alle ore 21.00, propone "Lu soli intra lu cori", spettacolo di matrice etnografica, che racchiude il meglio della produzione teatrale della compagnia, cucito dalla voce narrante di Rina Bello, che ne è autrice e regista.
Teatro, canti popolari e danza pizzicata, su musica originale di Salvatore Alessio, racconteranno un tipico paese del Sud con i propri pregi e difetti, ma soprattutto una dichiarazione d'amore dell'autrice verso il proprio territorio, dal quale, da sempre, attinge linfa per la propria produzione artistica.
Reciteranno Antonio Zermo, Alessandra Minzera, Rossella La Carbonara, Anna Gualano, Piero Nisi, Luciano Gualano, Maria Padalino, Tonino Vergallo; danzerà Claudia Ettorre; canteranno Rina Bello e Sonia Coppola. Gli arrangiamenti musicali sono a cura di Piero Fiati.
L'ingresso è libero e gratuito.

venerdì 15 agosto 2014

MARTA TARANTO: UN FERRAGOSTO AL MUSEO

Anche in questo weekend di ferragosto sarà possibile usufruire delle aperture serali del MARTA. Quest’oggi il Museo sarà aperto fino alle ore 22.00(chiusura biglietteria ore 21.30). Alle ore 20.15 verrà effettuata una visita guidata gratuitaalle collezioni museali a cura di archeologi o di personale tecnico della Soprintendenza (prenotazione telefonica al numero 099/4532112).
Sabato 16 agosto, invece, apertura fino alle ore 23.00(chiusura biglietteria ore 22.30), nell’ambito del programma Open Days promosso dall’Agenzia Regionale Puglia Promozione. Le visite guidate gratuite sono fissate alle ore 20.15 e 21.30(prenotazione telefonica al numero 099/4538639). Ingresso gratuito dalle ore 20,00.

Fino a novembre inoltre nelle sale del MARTA sarà anche visitabile la mostra Giacomo Manzù e le sue donne.

giovedì 14 agosto 2014

ASD CTT’S GOT TALENT, UN SUCCESSO LA PRIMA A GANDOLI

Dopo il successo di pubblico della prima tappa dell’ ASD CTT’S GOT TALENT, presso lo stabilimento balneare di Lido Gandoli, prossimo appuntamento, il 22 agosto presso il Mon Reve. Numerosi i bagnanti che lo scorso sabato hanno potuto ammirare i numeri dei pongisti e cimentarsi con racchetta alla mano. Organizzato dall’ASD CTT Taranto, l’evento ha coinvolto, oltre a un nutrito gruppo di tesserati del club ionico (Fabio Tundo, Danilo Giannico, Giovanni De Fazio, Alessandro Piaccione, Mattia Di Tommaso, Marco Sperti, Andrea Sarli, Massimo Di Castri e Alan Buccolieri) anche il Responsabile Tecnico del Settore Giovanile FITET Puglia, Rossella Scardigno, già atleta della Nazionale.Presenti il Presidente del sodalizio ionico, Massimo Occhinegro, e il Vicepresidente, Roberto Tundo. L’iniziativa, volta a diffondere il tennistavolo e scoprire talenti, è stata realizzata in collaborazione con Olio Pantaleo (che sponsorizza la squadra più rappresentativa dell'intera provincia, militante in B2), con Expert Taranto Gruppo Cavallo e Thecityitalia, segno manifesto di come la disciplina abbia negli ultimi tempi catalizzato gli interessi del mondo sportivo e commerciale della città.


Aldo Simonetti
Addetto Stampa A.S.D. C.T.T. Taranto

TARANTO AUTISTA AMAT PICCHIATO A SANGUE


Verso le ore 12.00 di oggi si è verifiato a Taranto un 
incidente con rissa in via Dante angolo con via Leonida, l' autista del bus è stato pestato selvaggiamente da tre persone che erano a bordo dell'auto che ha subito il sinistro e che hanno ritenuto l'uomo colpevole di averlo provocato.
L'autista è stato subito trasportato al nosocomio cittadino dal quale giungono notizie di una frattura al setto nasale e di fratture anche alle vertebre del collo.
Sul posto si è recato prontamente il servizio d'ordine della Polizia di Stato.

mercoledì 13 agosto 2014

I Tritons in Azzurro con Antonio Maggio

Con molto orgoglio i Tritons Taranto sono da due anni entrati in pianta stabile nel baseball giovanile nazionale ed internazionale grazie al ruolo che riveste Antonio Maggio, ovvero coach della Nazionale Italiana Under 12. Il Progetto VerdeAzzurro attuato dalla Fibs per ricercare i talenti su tutto il territorio vede Antonio Maggio impegnato nella Area Sud che comprende Lazio,Abruzzo, Campania, Puglia, Calabria e Sicilia agli ordini del manager Ivano Licciardi, coadiuvato da Peppe Mele e Raffaele Gentili.

Questo lavoro che dura un anno è finalizzato ad individuare e comporre la squadra che andrà a Taipei per il Mondiale nel 2015.
Tappa di avvicinamento è il Mondial Hit, eccellente appuntamento internazionale che quest'ann
o si è disputato a Nettuno, la Città del Baseball, vi hanno partecipato Italia, Stati Uniti, Hong Kong, Slovacchia, Rep.Ceca, Spagna e San Marino.


Antonio Maggio :" fare parte di questo gruppo di lavoro è davvero un sogno, sentire l'inno nazionale con il cappellino sul cuore fa tremare le gambe, essere tra i migliori è motivo di orgoglio. Questo è il secondo anno, spero di poterci rimanere più possibile, l'esperienza sportiva è altamente professionalizzante ma l'aspetto sociale in un contesto internazionale è davvero unico. Riporterò sul territorio tutto questo, per dare ai ragazzi di Taranto la possibilità di misurarsi a questi livelli e di poter conoscere ragazzi di tutto il mondo. Chiedo alle Istituzioni soltanto un campo per poterci allenare e giocare, infatti in Italia siamo famosi per questo triste primato. Ringrazio i Tritons per questo risultato senza di loro non sarei mai potuto arrivare a questi livelli."

UFFICIALE! CAMPITIELLO: "PRONTI PER EVENTUALE PROROGA RIPESCAGGIO"

Con riferimento alle ultime notizie circolate e alle dichiarazioni apparse a mezzo stampa, il presidente del Taranto Football Club 1927 Domenico Campitiello precisa in via ufficiale quanto segue: "Sin da quando abbiamo deciso di avvicinarci alla realtà tarantina non abbiamo mai nascosto di voler far tornare Taranto e il suo calcio sul palcoscenico più consono come quello dei professionisti. La nostra volontà ha, però, nelle scorse settimane trovato l'opposizione del tempo e delle lungaggini dettate, come noto, da una non facile trattativa per l'avvicendamento societario. Le dichiarazioni del presidente della Lega Pro Mario Macalli partorite dai mutamenti della geografia calcistica italiana con riammissioni, ricorsi respinti e reclami accettati unite alla nostra ferma volontà e coerenza ci hanno dato fiducia. Il Taranto sta lavorando per farsi trovare pronto nel caso in cui i termini di un ripescaggio in Lega Pro dovessero essere riaperti così come trapela in questi giorni da Roma. Nei giorni scorsi abbiamo provveduto a confrontarci con l'amministrazione comunale sui dettagli riguardanti lo stadio Iacovone e parallelamente siamo attivi per essere pronti anche sotto l'aspetto finanziario. Non lasceremo nulla al caso per questo attendiamo l'esito del consiglio federale del prossimo 18 agosto dal quale ci aspettiamo chiarezza in merito alla questione ripescaggi. Nel frattempo, però, chiediamo alla piazza di rimanere con i piedi per terra perché la realtà del Taranto in questo momento si chiama serie D ed è in quella direzione che stiamo profondendo i nostri sforzi come giusto che sia senza illuderci ne illudere nessuno. Se poi la direzione dovesse cambiare saremo felicissimi di festeggiare il nuovo percorso assieme ai nostri tifosi. Stiamo lavorando perché non vogliamo ritrovarci con il rammarico di non averci almeno provato. Forza Taranto".
UFFICIO STAMPA TARANTO FC

SERIE D GIRONE H: CALENDARIO IL TARANTO COMINCIA FUORI CASA

TARANTO FC ECCO IL CALENDARIO...SI COMINCIA COL GELBISON A VALLO DELLA LUCANIA

1) GELBISON - TARANTO
2) TARANTO - CAVESE
3) FRANCAVILLA - TARANTO
4) TARANTO - BISCEGLIE
5) BRINDISI - TARANTO
6) TARANTO - SCAFATESE
7) MONOPOLI - TARANTO
8) TARANTO - POMIGLIANO
9) GALLIPOLI - TARANTO
10) TARANTO - ARZANESE
11) ANDRIA - TARANTO
12) TARANTO - SARNESE
13) POTENZA - TARANTO
14) TARANTO - GROTTAGLIE
15) TARANTO - SAN SEVERO
16) PUTEOLANA - TARANTO
17) TARANTO - MANFREDONIA

martedì 12 agosto 2014

BATTITI-LIVE A TARANTO:ECCO GABRY PONTE, NOEMI E GIGI D'ALESSIO.

Radionorba Battiti Live concluderà il suo tour a Taranto, domenica 17 agosto. È questa la novità assoluta della manifestazione giunta alla dodicesima edizione 
Partito da Matera, lo scorso 20 luglio, il BATTI LIVE  è stato a Bari il 27 luglio, Gallipoli il 3 agosto, a Bisceglie il 10 agosto prima della festa finale nel capoluogo ionico, nella suggestiva Rotonda del Lungomare. Lo spettacolo avrà inizio alle ore 21. 

I nomi che hanno confermato la loro presenza a Taranto per l'ultima tappa del tour sono Noemi, Gigi D’Alessio, Luca Carboni, Gabry Ponte, Syria e Renzo Rubino. Ed ancora Boomdabash feat. Otto Ohm, Mondo Marcio, Raffaella Fico e Francesco Sarcina.



Il concerto sarà condotto dalla dj Roberta De Matthaeis e da Alan Palmieri. 

Battiti Live sarà trasmesso in diretta di Radionorba e in tv ai canali digitali di Telenorba 7 al canale 10 e Radionorba Tv al canale 19.



"EPPUR MI SON SCORDATO DI TE", PRESENTATO IL LIBRO DI NINO NASTASI


 Si è recentemente svolta, presso la libreria Ubik di via Di Palma, a Taranto, la presentazione del romanzo breve "Eppur mi son scordato di te", di Nino Nastasi (Ed. Kimerik). L'autore, alla sua prima esperienza narrativa, attingendo ad un suo diario adolescenziale, ha voluto richiamare un periodo in cui il corteggiamento sentimentale aveva ancora un senso; sullo sfondo, le passioni politiche, sportive e musicali dell'epoca.  L'evento, organizzato dalla scrittrice tarantina Lucrezia Maggi, in collaborazione con la libreria Ubik e la casa editrice Kimerik, ha visto la partecipazione di un centinaio di persone, attente alle letture di capitoli del libro di Giovanni Guarino, attore tarantino, alle quali hanno fatto seguito gli interventi della relatrice dott. ssa Sara Libera Mainieri, che attraverso un'analisi storica del periodo trattato, ha sollecitato una visione profonda del testo. L'autore, rispondendo a domande della relatrice stessa e del pubblico, ha infine sottolineato alcuni aspetti relativi all'innamoramento adolescenziale e ai meccanismi che possono scattare al fine di difendere l'idea dell'innamoramento stesso.  Al termine tutti gli intervenuti si sono intrattenuti per un brindisi con l'autore.


lunedì 11 agosto 2014

TARANTO...LA LEGA PRO TI ASPETTA...

Il Collegio di Garanzia in funzione di l’Alta Corte ha dichiarato inammissibile il ricorso presentato dalla Correggese contro la FIGC, per l’inserimento della stessa società emiliana nell’organico di Lega Pro unica anche in sovrannumero, presentato il 4 agosto dal club della provincia di Reggio Emilia contro la FIGC nonché nei confronti delle società Torres, Martina Franca e Aversa Normanna per l’annullamento dei comunicati ufficiali FIGC n. 40/A e 42/A del 1° agosto 2014.

Inammissibile anche il ricorso del Poggibonsi contro la FIGC per l’inserimento del club toscano nell’organico di Lega Pro unica tramite ripescaggio, avverso la delibera del Consiglio Federale della FIGC pubblicata sul Comunicato ufficiale n. 41/A del 1° agosto 2014 con la quale è stata deliberata la non ammissione della società ricorrente alla procedura di ripescaggio al prossimo campionato di Lega Pro unica, in quanto lo Stadio Comunale “Stefano Lotti” di Poggibonsi non soddisferebbe tutti i criteri infrastrutturali richiesti, ovvero risulterebbe privo dell’impianto di videosorveglianza.

da tuttodilettanti.altervista.org


E' di oggi la notizia, in seguito all'elezione del nuovo presidente di lega Tavecchio, che la serie B sarà a 22 squadre, pertanto il Novara verrà ripescato liberando un posto in lega pro, a questo punto sarebbe ipotizzabile un periodo di proroga per le domande di ripescaggio nella ex serie C, visto che neanche l'Akragas ha presentato il ricorso in seguito alla respinta della propria domanda di ripescaggio. Ad ora un Taranto senza debiti sarebbe ripescato ad occhi chiusi nel caso i giochi dovessero riaprirsi.
Ricordiamo anche il precedente della Nocerina che nella stagione 2010-2011 venne ripescata in serie C1 a fine agosto per poi vncere lo stesso campionato, era l'anno della semifinale playoff persa dal Taranto in quel di Roma.

SERIE D: UFFICIALE IL TARANTO FC NEL GIRONE H

ECCO COME SARA' IL GIRONE H DELLA SERIE D CHE VEDRA' PROTAGONISTA IL TARANTO FC.

Francavilla, Rossoblu Potenza, Pomigliano, Gelbison Vallo della Lucania, Puteolana Internapoli, Cavese, Scafatese, Real Trentinara, Arzanese, Città di Brindisi, Monospolis, Bisceglie Donuva, Taranto, San Severo, Manfredonia, Ars Et Labor Grottaglie, Gallipoli, Fidelis Andria.


ASD CTT TARANTO, IL TECNICO ARRIVA DAL MONTENEGRO

Diviene sempre più folta la colonia balcanica in seno all’ A.S.D. C.T.T. Taranto.
Il sodalizio ionico, difatti, comunica di aver raggiunto l'accordo economico con Saban Čekić, 'trainer' di origine montenegrina, al quale saranno affidate le chiavi della guida tecnica del club. Classe '54, ha al suo attivo svariate esperienze da allenatore nelle rappresentative giovanili del Montenegro, nonchè due titoli serbi con la squadra femminile del Budućnost di Podgorica, con la quale ha altresì partecipato alla Champions League.
Un colpo ad effetto di evidente caratura internazionale, quello messo a segno da Massimo Occhinegro, al fine di conferire qualità ed esperienza al gruppo di atleti prossimi a disputare la stagione 2014/15.

Dove croce cristiana e mezzaluna islamica convivono in armonia da secoli. L'incontro tra cultura orientale ed occidentale ha luogo proprio qui, dove nel febbraio del 1954 vede la luce Saban Čekić. A dargli i natali, Sotonici, un minuscolo villaggio rurale dell' 'hinterland' di Bar, non distante dalla costa adriatica.
Terzo di cinque figli, cresce in un'umile famiglia legata ai sani valori della 'zadruga': il padre, capo cantoniere di stampo stakanovista, fatica non poco a sfamare la sua prole e l'industriosa moglie, costantemente attenta all'educazione dei figli.
Sabo è presto avviato alla pratica del tennistavolo, in una Jugoslavia socialista dove la sacralità dello sport è inviolabile: seguendo i dettami della più rigida disciplina, il giovane pongista versa quotidianamente copiose quantità di sudore, sufficienti per riempirvi un orcio. Del resto, lo stesso palesa giorno dopo giorno la reale intenzione di fare del ping-pong una professione. Accantonata l'attività agonistica a soli trent'anni, stabilisce di fare largo alla sua vocazione, quella di allenatore. Superato a pieni voti l' apposito corso -fortemente selettivo- impartito dalla Federazione, è subito impiegato come tecnico di squadre giovanili montenegrine e, successivamente, di prima fascia.

La consacrazione come 'coach' avviene nel 2000, allorchè al timone del Budućnost, quotata compagine femminile di Podgorica, si aggiudica il titolo nazionale della Serbia-Montenegro (denominazione in uso sino al 2006, anno della scissione da Belgrado), ottenendo il bis due anni più tardi. A far da contorno ad un biennio superlativo, il tocco sopraffino di due partecipazioni alla Champions League. Mica male.
Più avanti, si profila un ritorno alle origini, avviando un rapporto di collaborazione con la Nazionale a livelli giovanili; rivelatosi in seguito proficuo, in virtù delle sue doti da 'talent scout' e motivatore. Sotto la sua egida, vengono plasmate e lanciate le doti del figlio Irfan, attualmente in forza all'Etzella (titolata società lussemburghese in procinto di disputare la Champions) e perno della rappresentativa maggiore del Montenegro, nonchè di svariati elementi forniti alla squadra nazionale.
Esemplare 'pater familias' e nonno, Sabo è ricolmo di euforia per l'attracco a Taranto: "Non vedo l'ora di cominicare questa nuova avventura. Punto alla B1 a livello di prima squadra, ma nel contempo alla valorizzazione del vivaio, con la speranza di lanciare ad ottimi livelli i nostri prodotti". A tal proposito, niente sconti: "Sarà dovere di tutti i tesserati lavorare sodo e guadagnarsi la maglia da titolare. Giocherà solo chi lo avrà meritato, non tollero favoritismi nè gerarchie".

Aldo Simonetti
Addetto Stampa A.S.D. C.T.T. Taranto

VENEZIA TARANTO 5-1...FAVO: "SONO MOLTO SODDISFATTO"

Al termine della partita il tecnico del Taranto Massimiliano Favo ha voluto commentare così la sconfitta subita a Venezia: "Sono molto soddisfatto, anche più di quanto potessi pensare alla vigilia per il gioco espresso dalla mia squadra soprattutto nel primo tempo. Certo, ci alleniamo da pochissimi giorni e in campo alla lunga la fatica si è vista". Da un suo spunto è nato il gol del momentaneo pareggio di Genchi, queste le parole del capitano Francesco Mignogna che parla di "Intesa ritrovata con Giuseppe (Genchi) poiché abbiamo già avuto modo in passato di lavorare insieme al Casarano seppur per un breve periodo. Oggi siamo scesi in campo con carattere, ma poi la stanchezza ha avuto la meglio". Autore della prima rete stagionale, proprio Giuseppe Genchi sottolinea che "Dopo il gol ci abbiamo creduto. È questo l'atteggiamento giusto, nonostante fossimo consapevoli che il Venezia fosse più forte e meglio preparato. Torniamo a Taranto sicuri di averci messo tutto l'impegno e di aver iniziato ad oliare qualche meccanismo". La chiosa spetta al responsabile dell'area tecnica Francesco Montervino che ha seguito la gara in tribuna assieme al presidente Domenico Campitiello e al vice presidente Fabio Petrelli: "Devo dire che già alcuni fraseggi e trame di gioco mi piacciono. Sono contento di quello che ha fatto vedere una squadra ancora evidentemente incompleta e che andremo a puntellare nei prossimi giorni con alcuni arrivi importanti".

TARANTO FOOTBALL CLUB 1927 - UFFICIO STAMPA
Carlo Termite


sabato 9 agosto 2014

TARANTO E' UN'OPERA D'ARTE DA VALORIZZARE!


In qualità di cittadini amanti della libertà di parola, del confronto e del contraddittorio, non ci siamo mai sottratti alle critiche. Tuttavia, ci aspetteremmo dai nostri interlocutori un minimo di responsabilità e disponibilità a osservare le più elementari regole di rispetto e civiltà. Abbiamo registrato la spiacevole sorpresa di un corsivo sulla “Gazzetta” dal carattere altamente speculativo e denigratorio scritto dal professor Roberto Nistri il quale, oltre a demolire senza aver mai visto né approfondito il concetto alla base del progetto di riconversione economica e produttiva “Taranto, la Città Spartana”, contemplante city branding, marketing territoriale, implementazione infrastrutturale, rigenerazione urbana, accoglienza, hospitality e grandi eventi, e condiviso da migliaia di altri concittadini e non solo, si è proiettato in conclusioni assai ardite e poco credibili.
Se soltanto l’esimio professore avesse avuto modo di partecipare alle manifestazioni pubbliche nelle quali abbiamo presentato il progetto, avrebbe certamente colto il senso, la mole, lo spirito di condivisione democratica dal basso, quest’ultima, cosa assai rara a queste latitudini, e il carattere puramente esemplificativo delle caratterizzazioni presentate, dunque, assolutamente emendabili conformemente alla funzionalità, alla bellezza e alla volontà popolare.
Invece ha preferito arroccarsi dietro convinzioni preconcette personali dando smodato ed ingiustificato sfogo ad ingiurie nei confronti dei tanti soggetti che da anni sono impegnati, a titolo completamente gratuito e senza secondi fini, nel tentativo estremo di recuperare le sorti della città e della sua provincia.
Il ricorso alle neppure tanto velate allusioni al razzismo e alla xenofobia, anche attraverso l’introduzione di un sintagma teutonico, è osceno e assolutamente intollerabile perché diametralmente opposto ai nostri principi ispiratori e al nostro quotidiano impegno a favore del bene comune. E’ sconfortante anche solo doverlo specificare. Così come l’allusione ai “neuroartisti, figli di nessuna storia”, senza neppur aver mai saputo nulla di noi, dei nostri pregressi accademici e delle figure professionali coinvolte.
Ci aspetteremmo pubbliche scuse anche per aver tentato di sostenere la tesi secondo la quale Taranto sarebbe priva di opere d'arte. La città non ha opere d’arte? Potremmo citare centinaia di esempi per confutare questa avventata affermazione. Non è forse esempio di arte l’intera collezione degli ori di Taranto? Non è forse arte raffinata quella raffigurata sui crateri testimonianti le vittorie dell’atleta di Taranto (testimonial alle olimpiadi di Pechino)? Non è forse esempio d’arte il volto di Europa, impresso sulle monete continentali da 5 Euro, estratto da un cratere tarantino risalente al 360 a.C., attualmente custodito nel museo del Louvre? Potremmo andare avanti all’infinito ma, considerando il nostro patrimonio artistico, rischieremmo di far torto a qualcosa di straordinaria magnificenza. Taranto non solo è gravida di opere d’arte, Taranto è un’opera d’arte! Basta soltanto guardarla con gli occhi innamorati dei suoi figli devoti o dei turisti più illuminati e, al contempo, con quelli razionali di chi conosce le sue criticità e tutti i limiti legati ad una mancata progettualità funzionale alla valorizzazione della sua grande bellezza.
Riteniamo, dunque, che rivolgere simili scomuniche a comuni cittadini, pertanto non personalità pubbliche, impegnati in attività gratuite di volontariato non vincolanti e imbarazzanti per nessuno, abbia offuscato la onorabilità e l'immagine di quanti impegnati nel progetto.
Ci auguriamo che la pubblica offesa non sia stata dettata dalla volontà di demolire un progetto condiviso e partecipato ma probabilmente non conforme alle convenzioni e gerarchie di certe ristrettissime cerchie elitarie d'antan, ineluttabilmente estinte per propri demeriti e proverbiali, oltreché note, pulsioni autoreferenziali. La spropositata reazione al progetto, evidentemente non conosciuto, ha sollevato in noi il sospetto del retaggio politico e ideologico che nulla poteva avere a che fare col dibattito relativo al sostegno alle attività per il turismo e la promozione territoriale, quelle più indicate ad allentare le spire d'acciaio serrate attorno ai giovani da una precedente generazione che ancora deve farsi perdonare per quanto ha fatto o non ha mai fatto per gli altri.

ARTISTI UNITI PER TARANTO

giovedì 7 agosto 2014

SCOPRI I NUOVI ARRIVI PAMBIANCHI E CONTI LE SCHEDE...

ECCO IN DETTAGLIO DEI DUE ULTIMI ARRIVATI IN CASA TARANTO SI TRATTA DI DUE CALCIATORI DI 25 ANNI



TARANTO FC A VENEZIA CON LA PRIMA SQUADRA

Il Taranto Football Club 1927 comunica di aver raggiunto l'accordo con i calciatori Francesco Panbianchi difensore centrale classe 1989 proveniente dal Foggia e Giovanni Conti, centrocampista centrale classe 1989 proveniente dalla Maceratese già in passato alle dipendenze del tecnico Massimiliano Favo. La società, inoltre, precisa che a seguito di una attenta valutazione tecnica, per onorare al meglio l'esordio stagionale in TIM Cup, a Venezia scenderà in campo la prima squadra.



Vento dell’est per il Cus Jonico

Il secondo colpo arriva dalla Bulgaria: Georgi Sirakov, giovanissima guardia con esperienze a Montecatini, Rimini, San Severo e in massima divisione bulgara

Per il secondo tassello del roster il Cus Jonico Basket Taranto è andato a pescare direttamente in Bulgaria: Georgi Sirakov è la nuova guardia a disposizione di coach Nicola Leale che, dopo l’arrivo di Stefano Potì, vede cominciare a delinearsi il mosaico che dovrà forgiare in vista dell’inizio della preparazione verso il nuovo campionato di Serie B 2014/2015.
Un bulgaro “italiano” Sirakov, guardia classe 1992 è nato il 26 febbraio a Veliko Tarnovo ed è figlio d'arte. Suo padre Nikolaev Sirakov, è stato un play che ha calcato i parquet della massima serie bulgara e della Nazionale. Geni cestistici quindi ereditati da parte del piccolo Georgi che di papà Sirakov ha anche preso una buona visione di gioco tanto da essere, all’occorrenza, anche qualcosa più di un’ottima soluzione di “rincalzo” in regia.
Sirakov, che è alto 1,87, in Italia ha vestito appena 15enne la maglia di Rimini dove ha fatto la trafila delle giovanili. Poi per lui esperienza ad Benevento, Ostuni, San Severo, Tundja Yambol nella A bulgara quindi Montecatini agli ordini sempre di grandi maestri della pallacanestro: da Franco Marcelletti a Piero Bucchi.


Questa in breve la sua storia cestistica (fonte: http://www.sportlabagency.com): Georgi Sirakov approda in Italia quando ha solo 15 anni nel florido settore giovanile dei Rimini Crabs, per poi disputare con la sua Nazionale il Campionato Europeo Under 16 nel 2007/08 vincendo il Bronzo viaggiando a una media di 17.3 punti e 2.1 rimbalzi, il Campionato Europeo Under 18 e ha fatto parte della Nazionale Bulgara Under 20. Nell'ultimo anno di giovanili a Rimini disputa il Cambionato di DNB con Magic Team Benevento per poi passare, l'anno seguente, al Campionato professionistico di LegaDue alla corte di Franco Marcelletti con l'Assi Basket Ostuni, dove matura grande esperienza. Nel 2012 finalmente arriva la sua esperienza da protagonista in DNA con la Cestistica San Severo dove porta a casa un minutaggio di tutto rispetto per un Under 21 viaggiando a una media di 24.5 minuti e 7.8 punti con 58.3% da 2 e 35.7% da 3. Quest'anno la grande occasione: inizia il Campionato nella massima serie A1 in Bulgaria con i Tundja Yambol come cambio play giocando 13.4 minuti con una percentuale dal tiro del 41.7% e una media di 2 assist a partita, ma la voglia di tornare a giocare in Italia lo riporta nel Bel Paese. Aspettando il mercato, matura a colpi di allenamenti sotto coach Piero Bucchi e Michelutti e la voglia di emergere lo spinge a mettersi in gioco in DNB con la Missardi Montecatini dove termina la stagione con una media di 19.3 punti, 2.4 rimbalzi e 1.2 assist per un totale di 33 minuti di media. Giovane insaziabile e instancabile lavoratore, fa dei suoi punti di forza l'abilità al tiro e nelle penetrazioni, unita ad una grande energia che mette tanto in difesa che in attacco.

Luca Fusco ADDETTO STAMPA CUS JONICO BASKET TARANTO; 

DOMENICO CAMPITIELLO E' IL NUOVO PRESIDENTE DEL TARANTO FC

La società del Taranto Football Club 1927 comunica che nella mattinata odierna presso lo studio notarile De Francesco a Taranto si è svolta l'assemblea dei soci convocata per definire ilnuovo asset societario dopo l'acquisizione della maggioranza da parte del dottor Domenico Campitiello nominato, a seguito della riunione, nuovo presidente del Taranto Football Club 1927 succedendo a Fabrizio Nardoni, del quale è stata confermata la propria presenza nella compagine societaria. L'assemblea ha provveduto a definire anche il nuovo consiglio di amministrazione composto dalle seguenti figure con relative cariche: Domenico Campitiello Presidente, Fabio Petrelli Vice Presidente, Luigi De Prisco Consigliere, Fabrizio Nardoni Consigliere, Armando Casciaro Consigliere Fondazione Taras. Al termine dell'assemblea il presidente Domenico Campitiello ha rilasciato le seguenti dichiarazioni: "Si realizza finalmente qualcosa che avevo ipotizzato e sperato da diverse settimane. Oggi il sogno è divenuto realtà. Speriamo di riuscire a realizzare qualcosa di importante, Siamo partiti in ritardo e abbiamo bisogno di tempo per questo chiedo a tutti di permetterci di lavorare con serenità e tranquillità. Forza Taranto".
UFFICIO STAMPA TARANTO FC

mercoledì 6 agosto 2014

TARANTO FC: IL 16 SI PARTE PER IL RITIRO!

Il Taranto Football Club 1927 comunica che è da sabato 16 agosto sino a domenica 24 agosto la compagine rossoblu effettuerà un periodo di ritiro presso il Grand Hotel Serino in località Serino, provincia di Avellino. Il Grand Hotel Serino è infatti dotato di un campo da calcio regolamentare, in erba naturale oltre che di una palestra ultra attrezzata.




TARANTO FC: CAMPITIELLO PRESENTE ALL'ALLENAMENTO POMERIDIANO

Solita tabella di marcia di allenamenti per il Taranto Football Club 1927 anche al mercoledi ha disputato sul terreno dello Iacovone una doppia seduta. All'allenamento atletico del mattino è seguita una seduta di tattica nel pomeriggio. Con il gruppo anche il nuovo arrivato Salvatore Roghi, con il quale l'accordo è stato raggiunto in mattinata. Nel pomeriggio ha raggiunto lo stadio Iacovone anche il dottor Domenico Campitiello che ha assistito all'intera seduta pomeridiana.

martedì 5 agosto 2014

GIRONE H SI RIVEDONO ANDRIA, POTENZA E GALLIPOLI

SECONDO IL SITO http://tuttodilettanti.altervista.org SARA' QUESTA LA COMPOSIZIONE DEL GIRONE H DI SERIE D CHE VEDREBBE  LA PARTECIPAZIONE DEL TARANTO FC.
DA NOTARE UNA MASSICCIA PRESENZA DI QUADRE PUGLIESI (9 TEAM), E CAMPANE (7) SOLO DUE LE COMPAGINI LUCANE.
SI RIVEDONO VECCHIE CONOSCENZE COME ANDRIA E GALLIPOLI OLTRE AL POTENZA ANCHE SE AL MOMENTO LE SQUADRE PIU' ATTREZZATE SEMBRANO BRINDISI E MONOPOLI.

IL GIRONE H DI "SERIE D" DOVREBBE ESSERE COSI'    



Monospolis,
Bisceglie,
Fidelis Andria,
Brindisi,
Manfredonia,
San Severo,
Gallipoli,
Taranto,
Grottaglie,
Rossoblù Potenza,
Francavilla,
Marcianise,
MUGNANO, (EX TURRIS)
Pomigliano,
Arzanese,
Gelbison,
Scafatese,
Polisportiva Sarnese

lunedì 4 agosto 2014

GIUSEPPE GENCHI "MISTER 86 GOL"

SONO OTTANTASEI I GOL MESSI A SEGNO DAL 2006 AD OGGI DA GIUSEPPE GENCHI, ATTACCANTE NATO A BARI 29 ANNI FA, ALTO 187 CM PER UN PESO DI CIRCA 80 KG.
E' UNA CLASSICA PUNTA CENTRALE ADATTO PER IL 4-2-3-1 DI MISTER FAVO, UN UOMO D'ARIA DI DI RIGORE CHE LA METTE DENTRO CON UNA FACILITA' ASSOLUTA.
A LUI QUINDI L'ARDUO COMPITO DI INDOSSARE LA MITICA NUMERO 9 ROSSOBLU' E DI FAR DIMENTICARE NEL PIU' BREVE TEMPO POSSIBILE IL BOMBER DI LA PLATA HERNAN MOLINARI CHE IN MENO DI DUE STAGIONI HA REALIZZATO BEN 35 RETI IN APPENA 46 PRESENZE.

ECCO LA SCHEDA COMPLETA DI GENCHI:


“EPPUR MI SON SCORDATO DI TE” Di NINO NASTASI

“EPPUR MI SON SCORDATO DI TE”
Di NINO NASTASI

Presentazione di “Eppur mi son scordato di te”
di Nino Nastasi
venerdì 8 agosto  2014
Ubik Taranto, Via Di Palma 69
ore 20.00

Sarà presentato a Taranto, presso la libreria Ubik in Via Di Palma 69, venerdì 8 agosto alle ore 20.00, “Eppur mi son scordato di te” (Edizioni Kimerik) dell’autore Nino Nastasi. L’autore, ex militare,  nativo di Barcellona Pozzo del Gotto, dopo aver girovagato per navi e caserme, sia in Italia, sia all’estero per ben diciotto anni, attualmente vive a Taranto dove è riuscito, finalmente, a “mettere radici” e a trovare il tempo per dedicarsi alla mai sopita passione per la scrittura. Questa, infatti, è la sua prima pubblicazione: delicata, gaia, dal gusto retrò, manifesto di un passato animato da sentimenti veri e coraggiosi ideali. 

Eppure, era solo ieri…

“…Improvvisamente la vidi e mi resi conto che poteva essere la soluzione del mio problema del momento. In verità era sempre in lei che riponevo i miei sogni del futuro, le mie aspettative. Ma mai mi sarei aspettato che mi sarebbe servita per un’occasione simile e con così tangibile concretezza....”


Dialoga con l’autore la dott.ssa Sara Libera Mainieri, operatrice culturale, Eris. Reading di brani estratti dal testo a cura di Giovanni Guarino, attore e animatore Teatro Crest.


L’evento è organizzato dalla scrittrice tarantina Lucrezia Maggi, in collaborazione con Casa Editrice Kimerik e Ubik Taranto.

Ufficio stampa “Le Muse Project”
Info: lemuseproject@hotmail.it

GIUSEPPE GENCHI E' IL NUOVO BOMBER DEL TARANTO FC

Il Taranto Football Club 1927 comunica che in data odierna è stato raggiunto l’accordo con il calciatore Giuseppe Genchi, attaccante nato a Bari il 17 luglio 1987 e proveniente dal Terracina (Serie D), squadra in cui nella seconda parte della passata stagione ha realizzato 11 reti in 17 partite. Queste le dichiarazioni a caldo del nuovo calciatore rossoblu: “Ci sono voluti appena dieci minuti per trovare un accordo. Nei giorni scorsi non abbiamo mai avuto modo di sederci a tavolino e parlare della possibilità di venire a Taranto. Ma non appena ci siamo incontrati, con il dottor Campitiello c’è stata subito intesa su tutto, soprattutto sul progetto. Conosco la piazza per averci giocato da avversario e non vedo l’ora di provare le emozioni del pubblico amico dello Iacovone. Sono contento di essere arrivato a Taranto“. Giuseppe Genchi sarà alle dipendenze del tecnico Massimiliano Favo domani, 5 agosto 2014 subito dopo aver effettuato le visite mediche.

domenica 3 agosto 2014

RACCONTO: "GIUNGLA" DI CHRISTIAN SMIRAGLIA

Una lunga striscia d'asfalto rovente, queste macchine passano senza aver pietà di me. 
Sono qui, seduto sul ciglio della strada, qualcuno mi insegue; qui nessuno mi aiuterà e questo mi fa paura: "Cosa ho sbagliato? Perché sono qui?”.
Il sole è tramontato da un pezzo, la lieve brezza estiva adesso è vento gelido nelle mie ossa. 
Io sono nessuno qui, un vagabondo per questa strada, in cerca di calore e di amore. 
In lontananza vedo un bar, e della gente che ride e scherza: "Dovrei avvicinarmi? Potrei chiedere un pezzo di pane?".

Mi avvicino ad un tavolo, un bambino mi guarda con disprezzo, io l’osservo con timore; vorrei dirgli qualcosa, ma non parliamo la stessa lingua. Io sono nessuno, sono diverso, e di questo l'uomo ha paura.
Sono ormai giorni che vagabondo, sono sporco, malandato, ma io quale colpa ho?! Dormo rannicchiato in un angolo della strada, rovisto in un cassonetto, elemosino pietà. 
Ho una ferita sull'occhio destro, è fresca e sanguina un po'. Alzo il viso al cielo, l'aria è elettrica, l'odore della pioggia si fa intenso, mi inseguono e devo cercare riparo. Poco più avanti noto un portone aperto, sono titubante, ma rischio ed entro: si sentono le voci della tv, si sentono i profumi delle case pulite, le famiglie felici; mi accuccio davanti ad una porta.

Una famiglia sta rincasando, un bambino vorrebbe avvicinarsi a me, ma il padre gli ferma la mano con forza; mi si avvicina lentamente, quasi avesse paura di me. 
Eppure fino a pochi giorni fa la mia vita era diversa, non avevo questi problemi, non incutevo timore;  tutto era più semplice: un pasto caldo, un tetto sotto cui vivere, i miei giochi, la mia vita e soprattutto la mia famiglia. E adesso la mia famiglia dov'è? Perché mi ha fatto questo? Gettato via da un’auto in corsa, senza pietà; gettato via come un giocattolo usato; gettato via senza alcuna motivazione, con freddezza. Maledetto me, ho corso così tanto da perdere il fiato; ho corso così tanto da sentirmi stremato. Ma non è stato abbastanza, non li ho raggiunti; quella striscia d'asfalto non finiva mai, e quell’automobile era sempre più lontana. 
Adesso sono rassegnato, spero solo che quest'uomo mi possa dare un  po' di cibo e abbia pietà di me. Ma il mondo è una giungla, e io non sono fatto per la giungla: lui mi osserva attentamente e i nostri occhi si incrociano; alza un braccio, vuole colpirmi; mi alzo di scatto e corro via, più veloce che posso, lui mi rincorre un po'. Continuo a correre, a correre e a correre fino a perder di nuovo il fiato. Lascio quell'uomo lontano, e forse anche gli altri che mi inseguivano: a mie spese ho imparato che qui non esiste la pietà. Il cielo ormai è nero e riversa pioggia su di me. Sono stremato, non posso più camminare, sono costretto a fermarmi sul ciglio della strada per riprender fiato. Mille domande risuonano nella mia testa, probabilmente avrei dovuto imparare le leggi della giungla quando ne ho avuto il tempo, quando ho avuto le forze necessarie. Sento in lontananza un branco di cani abbaiare, sono loro e mi stanno cercando di nuovo. Ho messo la zampa nel posto sbagliato, nel loro territorio e mi è costato caro, mi è costato un occhio. Il mio cuore batte all'impazzata, devo rialzarmi e correre di nuovo su questa strada. In questa giungla non ci si ferma mai, anche se sei stanco e affamato come me. Le macchine sfrecciano a tutta velocità ma devo andar via di qui, i loro ululati sono sempre più vicini. La pioggia scende veloce, corro più che posso; se mi trovassero, mi farebbero a pezzi. Una luce mi abbaglia: è una vettura. Resto paralizzato, ormai non ho più scampo. Una lunga striscia d’asfalto gelida, queste macchine passano senza aver pietà di me. Infondo sono solo un cane abbandonato al mio destino. Chiudo gli occhi.

DI CHRISTIAN SMIRAGLIA